Fatti incantare dal fascino di Marrakech

 

Colori, profumi, sapori, musica, il tempo che scorre in maniera diversa, ecco Marrakech, un luogo che affascina che ammalia che stupisce.

 

Marrakech è un vera e propria destinazione adatta “tutto l’anno”. La primavera e l’autunno sfoggiano la città al suo meglio con il sole praticamente garantito e con le temperature sopportabili (le giornate sono calde e le notti non sono troppo fredde). In piena estate, le temperature diurne possono raggiungere i 38 gradi C. L’inverno può essere caldo e beatamente libero dalle folle, ma le temperature scendono drasticamente durante notte. E’ quindi un luogo perfetto praticamente sempre.

Marrakesh

 Come muoversi
Trasferimenti: a Marrakech i trasferimenti aeroportuali sono ben organizzati dall’albergo ed il taxi dall’aeroporto costa pochissimo.
Crociere: Molti croceristi sbarcano a Casablanca, dove ONCF (00 212 890 20 30 40 http://www.oncf.ma) opera un requente servizio ferroviario a Marrakesh, in partenza dalla stazione di Casa Voyageurs. Il tempo di percorrenza è di circa 3 ore e 30 minuti.

Treni: se avete tempo prendete in considerazione di percorrere in treno la strada panoramica: Eurostar per Parigi, poi treno notturno attraverso la Spagna, traghetto per Tangeri e treno per Marrakech via Casablanca. Visita il sito Sedile 61 per i dettagli (http://www.seat61.com/Morocco.htm)

Carrozze: Il modo migliore per spostarsi alla Medina è a piedi, ma per il trasporto pubblico sono ancora utilizzate le suggestive carrozze.

Taxi: Sono a portata di mano per i viaggi dalla Medina alla nuova città.

Noleggio auto: Avete mai visto il traffico di Marrakech? Risparmiatevi lo stress, a meno che non si stanno dirigendo verso un locale remoto in montagna o nel deserto. Se si decide di noleggiare un’auto, prenotare attraverso grandi aziende come Hertz (www.hertz.com), Nazionale (www.nationalcar.co.uk o www.budget.com)

 

Ovunque si vada a Marrakech, si puòcontare su avventura, polvere … e tè alla menta.

Vediamo cos’altro offre questo luogo

Djemaa-El-Fna

Djemaa el-Fna

Unesco l’ha designata Patrimonio Mondiale, ma questa piazza unpò sbilenca non è un monumento: è caos puro. Incantatori di serpenti, acrobati e venditori ambulanti di pozioni magiche sono solo gli atti di apertura. Al tramonto, 100 cuochi e le loro griglie portatili concorrono per una gara al barbecue più feroce. In mezzo a turbinii di kebab e fumo, arrivano gli artisti.

A sud-ovest ci sono danzatrici del ventre cross-dressing e pugili dilettanti, nell’angolo nord-est ci sono narratori animati e astrologi. Halqa (teatro di strada), ha luogo qui ogni notte da oltre 1000 anni, ma lo spettacolo non invecchia mai.

Marocco-Marrakech-Souk

Souks e fondouks

Parigi e Milano non possono competere con Marrakech, dove gli artigiani creano nuovi disegni ogni giorno utilizzando strumenti antichi. Nelle souk del nord (strade del mercato), i maalems moderni (maestri artigiani) onorano  mestieri come fabbro, sellaio, scultore.

Ali Ben Youssef Medersa

Balconi in legno intagliato sono aperti verso il cielo, qui fino a 900 studenti prendono l’istruzione superiore. I visitatori a corto di parole devono solo guardare il cortile porticato e le sue meraviglie realizzate in gesso e marmo di Carrara.

Hammam

Erroneamente descritto in “letteratura turistica” come un centro termale, un vero hammam marocchino è più un centro relax dove vengono eseguiti gommage tradizionali e scrub su tutto il corpo da mani esperte capaci di far tornare anche le pelli più ruvide morbide come quelle di un neonato.

I più moderni hammam di Marrakech offrono anche bagni di vapore e rilassanti massaggi con olio argan

Jardin-Majorelle

Jardin Majorelle

In questo giardino, che formalmente è di proprietà di Yves Saint Laurent, (www.jardinmajiorelle.com aperto tutti i giorni dalle ore 8.00 alle ore 5.30 in estate aperto fino alle ore 18.00) si puà ammirare una flora rarissima proveniente dai cinque continenti che prospera all’ombra di una villa art decò realizzata nel 1391 dal pittore Jacques Majiorelle e conservata per i posteri da Yves Saint Laurent e il suo socio, Pierre Bergé. Un perfetto esempio di connubio tra natura e design.

Da Marrakech si possono fare interessantissime gite di un giorno in località da sogno, vediamone alcuni esempi.

Gite di un giorno


Deserto Agafay
Le dune del Sahara si trovano ad  otto ore di distanza, ma 19 miglia al di fuori Marrakesh il Agafay offre un paesaggio desertico e un campo da golf turfless a La Pausa www.lapause-marrakech.com. La Pause offre pranzetti biologici e tanto divertimento sia per gli appassionati delle nove buche che per chi ama il relax e potrà trovarlo in un’amaca a bordo piscina. Suggestivo il pernottamento in tende berbere a lume di candela o in bungalow di mattoni di fango. E suggestivissime le corse al tramonto o a cavallo o su un cammello

Ourika-Valley

Ourika Valley

A 45 minuti di auto a sud-est di Marrakesh, in direzione delle montagne dell’Alto Atlante, le pareti di roccia della valle di Ourika si elevano al di sopra di un fiume, circondate da orti terrazzati di mandorla e di ciliegia. Ponti girevoli legati insieme con corda di piombo ai ristoranti in riva del fiume, con tappeti rossi sparsi sotto gli alberi e tagines ribollenti su carbonai. Alla fine della valle c’è il villaggio di Setti Fatima , dove un sentiero ben tracciato conduce a sette cascate.

Jnane Tihihit

Jnane Tihihit è un’ azienda agricola biologica nei pressi del lago Lalla Takerkoust, con un giardino è punteggiato da casette imbiancate. I bambini possono divertirsi con gli animali del cortile: asini e polli, mentre gli adulti possono imparare a cucinare piatti tipici con ingredienti appena raccolti. Bello godersi un pic nic in riva al lago in mezzo ai vigneti. (www.riad-t.com/jnane-tihihit)

marrakech

Calendario di eventi e festival 2013

La pittoresca città di Marrakesh esprime il suo meglio durante gli eventi culturali e le manifestazioni che, durante tutto l’anno, vengono organizzate. Ecco gli eventi del 2013 non ancora scaduti.

Fiera di Arte Moderna di Marrakesh

Marrakech è la sede della prima scuola d’arte del Marocco e dei suoi più noti artisti contemporanei. Tantissimi Artisti e Collezionisti internazionali convergono alla Fiera di arte moderna di  Marrakesh.

Marrakech International Film Festival
Il Festival Internazionale del Film di Marrakech vanta una cerimonia di premiazione con più suspense di Cannes o Toronto. Ospitato da re Mohamed Vi con eclettiche giurie internazionali, questo evento di intrattenimento ha un’aria davvero regale. Si svolge dal 6 al 14 dicembre 2011 (www.festivalmarrakech.info)

marrakech

Cibo e ristoranti

Il cibo  a Marrakech varia molto dalle feste a palazzo al cibo di strada con una grandissima varietà di piatti che sta “nel mezzo”.

Ecco una lista di ristoranti

MK Gastro

Perfetto per un tè pomeridiano con focaccine, panini e dolci marocchini o per per una cena  con menù degustazione di cinque portate. Lo Chef marocchino Omar El Ouahssoussie ha assunto la cucina dello chef britannico Andrew West (ex-Gordon Ramsay a Claridge) e ha migliorato il menù del suo predecessore.

Indirizzo: 4 Derb Sebaai, Bab Laksour, Medina.
Contatto: 00 212 524 37 61 73,www.maisonmk.com

Dar Moha

Foie gras scottato, couscous,  agnello sulle pesche grigliate e mandorle tostate, e musicisti arabo-andaluse che accompagnano il tutto. Il servizio è lento e costoso, ma si tratta di un intrattenimento serale quindi che fretta c’è?. Pranzo a bordo piscina in giardino con piatti più tradizionali: insalate di stagione, salsicce e costolette di agnello, ricoperte con biscotti alle mandorle, tè alla menta.

Indirizzo: 81 Rue Dar el-Bacha
Contatto: 00 212 524 386 400; darmoha.ma

Le Grand Café de la Poste

Il viaggio nel tempo è possibile, intorno all’ora di pranzo dietro l’ufficio postale di Marrakesh. Si attraversa la veranda di bistrot in Art Deco e si fugge alla modernità.

Indirizzo: Blvd. El Mansour ed-Dahbi, Guéliz
Contatto: 00 212 524 433 038; grandcafedelaposte.com

Al Fassia

Un raffinatezza culinaria ben miscelata con la decadenza di marrakesh nel ristorante delle sorelle Chaab. Insalate , pesce alle erbe, spalla di agnello arrosto tempestata di mandorle e ripamidi di soffici couscous.

Indirizzo: 55 Boulevard Mohammed Zerktouni, Gueliz.
Contatto: 00 212 524 43 40 60.

Villa Flore

Il luogo ideale per un perfetto e maestoso  pranzo di marocchino fatto di caviale, di melanzane,  anatra e un bicchiere di vino fresco.

Indirizzo: 4 Derb Azzouz, Mouassine, Medina.
Contatto: 00 212 524 39 17 00, www.villa-flore.com

Mama Ti Lee

Un ristorante minimalista-chic con la firma dello Chef Cécile Marot che ammalia con la  zuppa di zucca cremosa con cannella,  tarte tatin di mele e altre prelibatezze.

Indirizzo: 13 Derb Laarsa, vicino a Maison Tiskiwin, Riad Zitoun Jedid, Medina.
Contatto: 00 212 524 38 17 52, www.mamatilee.blogspot.com

Souk Kafé

Ripristinate i sensi  con l’autentica cucina di Marrakesh al Souk Kafé un luogo perfetto anche per i vegetariani.

Indirizzo: 11 Derb Souk Jedid
Contatto: 00 212 662 6102 29

 

Le Chat Qui Rit

Qui viene servita la migliore pizza di Marrakesh, presentata in un piatto colorato, adatto ai bambini. Gli adulti possono assaporare i piatti del cuoco Bernard come gli gnocchi fatti in casa le verdure biologiche alla griglia con timo selvatico di montagna, le ostriche fresche della costa atlantica, e vini locali serviti in caraffa.

Indirizzo: 92 Rue de Yougoslavie, Guéliz
Contatto: 00 212 524 4343 11

 

Commenti

  1. […] cinque attrazioni turistiche a Marrakech pricipali […]

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *