Alla scoperta del Marocco: Marrakech e dintorni

 

La_Palmeraie_de_Marrakech
La Palmeraie de Marrakech

Foto CC BY SA di Viault

 

Il Marocco è uno dei Paesi di maggior fascino dell’Africa nord occidentale: bellezze naturali ed un patrimonio storico, umano e artistico ricchissimo che ha saputo mantenersi intatto nel tempo. E’ difficile trovare così vicino all’Europa, una gamma tanto varia di attrazioni: mare, deserti, montagne, giardini esotici, validi alberghi e una rete viaria molto efficiente. In Marocco la possibilità di scelta è vastissima: si possono visitare le quattro celebri città imperiali o assaporare il fascino dei paesaggi del sud, ora dominati da imponenti kasbah e vallate, ora incontrastati nell’immensità del deserto.

Il Marocco è caratterizzato da un’immensa ricchezza storico-culturale e da una grande varietà di paesaggi, dalle coste atlantiche sferzate dall’oceano alle città imperiali dalla storia millenaria; dalle asperità delle montagne dell’Atlante alla distesa di dune di sabbia modellate dal vento. Dalle kasbah erose dal passar del tempo ai palazzi principeschi delle antiche medine. Esplorare questa inaspettata ricchezza è una scoperta continua ed un profondo arricchimento personale.

L’intera storia del Marocco è scritta nei monumenti delle sue quattro celebri città imperiali, soprattutto  Marrakech e poi Rabat, Meknes e Fes, dove palazzi moschee e giardini manifestano ancora oggi la potenza del vecchio impero marocchino.
Marrakech è la più famosa fra le città imperiali, adagiata ai piedi della catena montuaosa dell’Atlante, tra i lverde di palme e i giardini adorni di fiori multicolore.

Qui non si devono perdere il souk e in particolare Piazza Jemaa El fna, vero cuore pulsante della città, un palcoscenico di un’umanità eterogenea e permeata d’intensi suoni ed aromi.
Ovunque si vada a Marrakech, si può stare certi di incontrare avventura, polvere e tè alla menta. Non si può perdere la Djemaa el-Fna chiunque si perda punta a quella direzione (un pò come accade per Piazza San Marco a Venezia).

Le cinque attrazioni turistiche a Marrakech pricipali sono:

Djemaa el-Fna designata dall’Unesco Patrimonio Mondiale. Si tratta di una piazza sbilenca e pittoresca dove si incotrano incantatori di serpenti, acrobati e venditori ambulanti di pozioni.

Souk e Fondouks

Parigi e Milano non possono competere con Marrakesh, dove gli artigiani creano nuovi disegni ogni giorno utilizzando strumenti antichi. Nel souk settentrionali maestri moderni rinvigoriscono mestieri antichi.

Ali Ben Youssef Medersa

Il cuore di Marrakech è una struttura celeste del 14 ° secolo che una volta era il più grande centro del Nord Africa islamico.
Balconi in legno intagliato e camerate dove fino a 900 studenti perseguiscono l’istruzione superiore.

Hammam

Erroneamente descritto nella letteratura turistica come un centro termale, un vero hammam marocchino offre gommage tradizionale, uno scrub su tutto il corpo che riporta la pelle alla condizione di neonato.

I visitatori inclini alla timidezza o la pelle sensibile apprezzeranno i più moderni hammam di Marrakech, con bagno turco privato e massaggi con olio di argan lenitivo.

Jardin Majorelle

Questo giardino è formalmente di proprietà  di Yves Saint Laurent. Flora rara proveniente dai cinque continenti prospera all’ombra di una villa art deco  blu cobalto, costruita nel 1931 dal pittore Jacques Majorelle e conservata per i posteri da Yves Saint Laurent e il suo socio, Pierre Bergé.

Marrakech
Marrakech

Foto CC BY di Grand Parc

Eventi a Marrakech per il 2014 (ancora in corso)

Ramadan
28 GIUGNO – 28 LUGLIO
Il famoso mese di digiuno del Ramadan si conclude con una festa ad Eid el-Fitr. Negozi e uffici sono chiusi, mentre si festeggia con frittelle marocchine.

National Arts Festival Popolare
Luglio
Il National Arts Festival Popolare è davvero divertente con ritmi e piedi velocissimi tutti perfettamente sincronizzati. Da non perdere la sfilata di apertura quando 500 dei migliori interpreti del Marocco interpretano la Djemaa el-Fna in un musical.
Ulteriori informazioni: marrakechfestival.com; ingresso libero

Art Marrakech Moderna Fiera
Ottobre
Marrakech è la sede della prima scuola d’arte del Marocco, quella da dove sono usciti i suoi più riusciti artisti contemporanei. Collezionisti internazionali convergono al Marrakesh Moderna Art Fair per ottenere opere d’arte mentre sorseggiano the

Marrakech International Film Festival
Dicembre
Musical con proiezioni all’aperto in piazza Djemaa el-Fna, e una selezione internazionale di cinema al Festival Internazionale del Cinema di Marrakesh.
Ulteriori informazioni: festivalmarrakech.info;

Ecco alcuni esempi di itinerari in Marocco, tutti partono e arrivano da Marrakech

Marrakech
Marrakech

Foto CC BY  Donar Reiskoffer

Tour delle città imperiali

L’itinerario proposto offre la possibilità sia di ammirare l’arte marocchina che di entrare in contatto con l’animata vita dei souk. In una sola settimana si possono vedere le bellezze di Marrakech  con la sua parte storica che sfoggia la Koutubia (esterno della moschea e giardini), le Tombe Saadiane, il Palais Badii, il Palais de la Bahia e il Museo Dal Si Said. Imperdibile la visita dell’animatissimo souk e della celebre Piazza Djemaael Fna.
Bella e interessante un’escursione alla valle dell’Ourika.
Dopo Marrakech è la volta di Casablanca, una città la cui visita non può non affascinare: la piazza delle Nazioni Unite, oggi detta Piazza Mohamed V, il Palazzo Reale, la moschea Hassan e il quartiere residenziale di Anfa.  Si può poi proseguire per Rabat e  visitare la città capitale del Marocco e residenza reale: la Kasbah e i giardini degli Oudaya, la Torre Hassan ed il Mausoleo di Mohamed V.

Altra imperdibile città è Meknes con il bacino Agdal, le antiche scuderie, il museo Dar Jamai, la porta Bab el Mansour e il souk. Dopodichè si può partire alla volta di Volubilis con una visita alle antiche rovine romane.
Nella città di Fes si possono visitare l’antica medina El Bali, la Medersa Sahrij, la moschea università della Karaouine, il souk con le concerie e tintorie di pelli.

Tour Oasi e Kasah

Un’altra delle tante possibilità di esplorare questa terra è il tour oasi e kasah. Un itinerario che rende partecipi della magia dei paesaggi e dei luoghi del sud del Paese, fra le suggestive kasbah e oasi del deserto, vivendo molteplici ed indimenticabili emozioni. Un tour che può inizire dalla visita del Palazzo Bahai, del Museo Dar Si Said e delle Tombe Saadiane a Marrakech dove si possono visitare i giardini della Koutoubia, dei souks e della celebre piazza Djemaa el Fna.

E’ poi la volta di Ouarzazate a cui si può giungere attraversando il passo di Tizi n’ Tichka a 2260 metri di altitudine, nella catena dell’Alto Atlante. Da non perdere una visita della Kasbah di Taourit.
Il tour continua con Tinerhir e con la visita delle gole del Todra, impressionanti fenditure in pareti di roccia rossa alte 300 metri. Per rendere il tutto più avventuroso perchè non fare un’escursione in fuoristrada alle dune di Merzouga per assistere al sorgere del sole dalle dune?
Da Zagora si può proseguire lungo la valle del Draa disseminata di un gran numero di asbah, per giungere a Ouarzazate, da qui si può tornare alla partenza: Marrakech.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *