Visitare la Borgogna: castelli, storia, campagna vino e cucina

borgona

La Borgogna è  famosa per il suo vino per i suoi villaggi come Chablis e Nuits – St – Georges conosciuti in tutto il mondo – ma la Borgogna ha molto più da offrire : castelli rinascimentali, abbazie e villaggi medievali fortificati che testimoniano la ricca storia di questa regione della Francia. Una regione questa che non ha il successo che meriterebbe di avere.

La Borgogna ha una storia formidabile, ricca, affascinante. Questo, una volta, era il ducato più potente della Francia. Nel suo periodo di massimo splendore , il suo territorio si estendeva a nord fino all’Olanda e da est alle Fiandre . I duchi di Borgogna hanno speso una fortuna per abbellire la loro capitale , Dijon La città oggi è  un ricco centro provinciale..

I Borghi e i mercati della città sono decorati con alcune delle più splendide strutture romaniche d’Europa. La basilica di Vezelay , l’abbazia di Cluny e l’ Abbazia di Fontenay sono tra i luoghi da vedere per respirare la magnificenza di questo luogo.

La regione vanta anche alcuni dei castelli più belli di Francia. Castello di Ancy le Franc è in stile del Rinascimento italiano; Chateau de Cormatin è un sopravvissuto unico dai giorni prima della rivoluzione E poi  decine di altri castelli, più intimi . Per chi è appassionato di storia e di storie legate ai castelli questo luogo è l’ideale.

borgona

Nel cuore della campagna della Borgogna si trova parco nazionale del Morvan , 1.000 miglia quadrati di natura selvaggia incontaminata . Un luogo costellato di laghi e borghi pittoreschi, molti dei quali hanno brasserie a conduzione familiare, nelle loro piazze alberate .

Anche se non ci fossero meraviglie storiche in Borgogna , la cucina gastronomica sarebbe già una ragione sufficiente per trascorre qui una vacanza. Boeuf bourguignon è il piatto firma della regione , ma ci sono decine di altre specialità locali . Uno dei più celebri formaggi francesi , l’Epoisses, viene da un piccolo villaggio incantevole con lo stesso nome (completo di vagante castello medievale ) .

L’unico inconveniente di una vacanza in Borgogna è che si rischia di tornare a casa più più pesanti di quando si è arrivati ​​. A meno che , naturalmente , si bruciano le calorie con una passeggiata a ritmo sostenuto attraverso le vette solitarie del Morvan meridionale.
borgona

Quando andare

La maggior parte dei turisti che visitano la Borgogna nei mesi estivi, quando è generalmente caldo e secco . Ma il sole ininterrotto del sud della Francia non è garantito. Può piovere anche nel mese di luglio In estate, le colline sono coperte di uno spesso tappeto di mirtilli selvatici .
Il clima si raffredda sensibilmente verso la fine di agosto : i viticoltori locali gettano occhiate ansiose al cielo. Ai primi di settembre , si comincia a sentire l’odore dell’autunno nell’aria.

E’ meglio evitare l’inverno : le giornate sono lunghe , c’è buio e freddo pungente . La temperatura scende spesso a meno 10 .

Come arrivare

In aereo

Se si vola verso la Francia , due aeroporti di Parigi sono i centri più vicini e più convenienti per la Borgogna. Ma si avrà poi  bisogno di noleggiare una macchina o prendere il treno per raggiungere la destinazione finale .

In treno

I treni ad alta velocità TGV partono da Parigi Gare de Lyon : www.voyages – sncf.com . Le destinazioni per Borgogna includono Digione ( 1hr35 ) , Macon ( 1h30 ) , Montbard (1 ora) , Auxerre ( 1hr40 ) e Chalon – sur Seine ( 2hr25 )

La rete ferroviaria regionale della Borgogna , nota come TER , è efficiente e relativamente a buon mercato . Collega anche Parigi con la maggior parte delle città principali . Ma la dipendenza dal treno significherà perdere alcuni dei più grandi posti della regione , che sono spesso raggiungibili solo in auto.

Per ulteriori informazioni su TER , vedere www.ter -sncf.com

In auto

Borgogna è di circa cinque ore di auto da Calais.

Ci sono due percorsi principali una via di Reims e l’altra via Parigi . Consiglio vivamente la prima, prendendo l’autostrada A26 a Troyes e poi la ramificazione sud-est ( se siete diretti per Dijon , Beaune o Tournus ) , o da sud) se la vostra destinazione è Vezelay e del Morvan . Le autostrade francesi hanno pedaggi : costa circa 25 € da Calais a Borgogna .
Come muoversi
Il noleggio auto è disponibile in tutti i principali centri . Una macchina vi darà maggiore libertà per esplorare la campagna della Borgogna, i castelli e i borghi . Anche le destinazioni più popolari, come Vezelay , sono accessibili solo in auto. L’auto permetterà anche di portare a casa alcuni dei vini locali.

borgona

Cosa visitare

Digione

L’ex capitale dei potenti duchi di Borgogna , Digione è una città vivace che trasuda la storia . E’ sufficiente citare i nomi Filippo l’Ardito e Giovanni di Borgogna per capire tutto. Hanno governato il feudo con spietatezza , terrore ed astuzia .

Il centro di Digione è relativamente compatto e si può esplorare a piedi . Il quartiere medievale di Notre – Dame è la patria di molte delle glorie della città, tra le case stravaganti dei borghesi più ricchi .

Gli edifici più antichi hanno piani sovrastanti la strada con travi in ​​legno . I successivi edifici rinascimentali sono costruiti in pietra finemente intagliata . Da non perdere una visita all’ufficio turistico : è ospitato nel hotel Chambellan del 15 ° secolo in Rue de la Choutte ed è una delle più belle strutture di Digione .

Il Palazzo Ducale si trova nel cuore della città : l’adiacente Musée des Beaux – Arts ospita le tombe sontuose dei governanti del ducato e merita una visita.

Digione è anche un ottimo posto per assaporare la raffinata cucina borgognona . Da non perdere il mercato alimentare che si tiene il martedì, giovedì, venerdì mattina e tutto il giorno sabato. E poi le pasticcerie invitanti , il prosciutti affumicato e il cioccolato di produzione nazionale.

Beaune

Beaune è ricco e molto pittoresco , con stradine acciottolate , piazze ombreggiate e una manciata di edifici storici .

In piedi al suo centro si trova il famoso Hotel- Dieu , un ospedale del 15° secolo e simbolo della storia della città . È un vasto edificio con un enorme tetto con piastrelle smaltate.

Una volta dentro l’ Hotel- Dieu , si può visionare la più grande attrazione è :la Salle des Malades – i reparti ospedalieri – che ancora conservano file di letti in legno chiusi. Sorprendentemente , erano in uso fino al 1980 .

Come Dijon , anche Beaune è compatto e da esplorare a piedi .

Beaune è uno dei posti migliori per assaggiare i vini locali : non c’è bisogno di andare lontano per trovare un bar conviviale o una brasserie .

borgona

Cluny e dintorni

Cluny ha avuto una storia infelice: le sue ricchezze sono state abbattute durante la Rivoluzione Francese e poi ancora nel 1810 , quando la grande chiesa dell’11 ° secolo, una volta la più grande della cristianità , è stato buttata giù .

Oggi è la vastità delle rovine che da l’impressione di quella che era la magnificenza di Cluny .

La campagna circostante è completamente rustica e vale la pena esplorarla in auto. Si può trascorrere qualche giorno attraverso i villaggi . Da non perdere l’antico borgo feudale di Brancion , con il suo castello , la chiesa e la pila di case medievali .

Vezelay

Questo borgo collinare , situato ai margini settentrionali del parco nazionale del Morvan , un tempo era il luogo più famoso della cristianità occidentale , e per buoni motivi . Nel 11 ° secolo , i monaci locali acquisirono le reliquie di fama di Santa Maria Maddalena . Durante la notte , il villaggio un tempo sonnolento venne invaso da pellegrini provenienti da tutta Europa .

L’ afflusso di visitatori ha portato grandi ricchezze : enormi quantità di denaro sono stati profusi per la più bella basilica romanica in esistenza. Il paese ha inoltre acquisito alte torri , bastioni e porte fortificate , molte delle quali esistono ancora oggi.

Chateau de Guedelon

Un imponente castello feudale che risale al … 1997. Chateau de Guedelon  si trova nel profondo di una foresta nel nord- ovest della Borgogna , dove un team di entusiasti stanno costruendo un castello medievale . Sono vestiti in costumi in stile antico e con strumenti modellati su quelli del Medioevo .

Lavorando con asce, seghe giganti e pulegge , hanno fatto progressi negli ultimi 15 anni. I bastioni sono quasi finiti e la Sala Grande è ora completa. Se continuano al ritmo attuale , dovrebbero rispettare la data di consegna: 2023.

La costruzione di un castello utilizzando solo strumenti medievali è più complesso di quanto possa apparire . Piastrelle , mattoni e archi a volta sono stati tutti costruiti a mano.
È possibile guardare i lavoratori che mescolano malta di calce , tagliano  travi. Ci sono anche un sacco di animali : Guedelon è più simile a un borgo medievale che ad un singolo castello ed è anche  un posto perfetto per portare i bambini .

borgona
Due magnifici castelli : Ancy – le- Franc e Chateau de Tanlay

Due castelli situati  a pochi chilometri di distanza e costruiti nel giro di pochi anni l’uno dall’altro . Ma è qui che finiscono le somiglianze : questi palazzi non potrebbero essere più diversi .

Chateau Ancy – le- Franc sembra quasi austera dall’esterno : un imponente edificio con una facciata classica bianca. E ‘stato costruito dal teorico dell’architettura italiana , Sebastiano Serlio . Ma se l’esterno è ostile, gli interni sono sontuosi . Ci sono mobili prodotti da alcuni dei più grandi artigiani in Europa . Vedrete armadi e sculture , sculture e intarsi .

Chateau de Tanly è più seducente . L’esterno è un tripudio di torri e torrette,diverte con il suo fossato pieno d’acqua e  il ponte levatoio in pietra. Da non perdere è la Grande Galleria , con i suoi monocromi affreschi trompe l’oeil .

Autun
Situata alle porte del parco nazionale del Morvan , Autun è una piccola città con una storia grandiosa . Fondata dall’imperatore romano Augusto , ha ancora una manciata di monumenti romani .

Due delle porte romane della città sono sopravvissute, così come i resti di quello che fu il più grande anfiteatro in Gallia . E non perdetevi il bizzarro Pierre de Couhard , un’ enorme piramide di pietra presso il sito dell’antica necropoli di Autun .

La vera attrazione di Autun , tuttavia , è il famoso timpano della Cattedrale di San Lazzaro . Scolpito da uno dei grandi maestri artigiani del Medioevo , Gislebertus , il timpano raffigura il Giudizio Universale in pieno splendore . Si può anche vedere una accesa discussione in corso tra Satana e l’Arcangelo Michele . Satana bara appoggiandosi sulla bilancia .

Un altro punto forte di Autun è il Museo Rolin . Non solo occupa uno splendido edificio rinascimentale ( un tempo di proprietà del duca Filippo il Buono), ma ospita anche la famosa scultura di Gislebertus della  sinuosa , sensuale e seducente Eva.
borgona

Abbazia di Fontenay
La Chiesa di Fontenay , con chiostri , dormitori e colombaie  si sono conservati intatti . Questo permette ai visitatori di avere un assaggio di come era la vita davvero in una abbazia cistercense medievale .

L’abbazia fu fondata da San Bernardo nel 1119 : un luogo spartano ma stranamente bello, con una chiesa che si distingue per la sua austerità. Eppure è l’austerità che rende il luogo così suggestivo,la bellezza architettonica è esaltata dalla posizione:Fontenay si trova in un piccolo paradiso di boschi , valli e torrenti impetuosi .

Il Morvan

Il Parco Nazionale Morvan è uno dei segreti meglio custoditi della Borgogna : 1,000 chilometri quadrati di natura selvaggia che offre escursioni a piedi e in bicicletta lontano dai sentieri battuti

L’intera area è una stranezza geologica, un massiccio affioramento di granito in un mare di pietra calcarea. Essa ha anche un proprio micro-clima davvero eccentrico . Le estati sono spesso meravigliosamente calde. Ma gli inverni sono lunghi e crudeli : i parchi sono spesso sotto una spessa coltre di neve.

Il Morvan è costellato di siti storici e ci sono un certo numero di castelli , che vale la pena visitare . Chateau de Vaubin e Chateau de Chastellux sono due dei più seducenti .

I bar locali e ristoranti, che si trovano sparsi in tutta villaggi del Morvan , ne fanno il luogo ideale per una pausa per il pranzo e mentre lontano il caldo di mezzogiorno .

Il lago più famoso del parco nazionale è il Lac des Settons . Qui è possibile campeggiare , noleggiare barche e acquisire una abbronzatura sulle numerose piccole spiagge .

borgona

Cormatin

Questo è senza dubbio uno dei più bei castelli di tutta la Borgogna ed ha una storia molto affascinante.

Cormatin avrebbe dovuto essere distrutto durante la rivoluzione , ma è stato salvato dal rapido intervento di una castellana . Ha condotto la folla che saccheggiava i villaggi giù in che, invece di bruciare il castello , si è ubriacata con vini di rare vecchie annate .

Cormatin è stato costruito nel 1605 dal ricco governatore della regione , Antoine du Blé d’ Huxelles . Nessuna spesa è stata risparmiata sull’edificio , sugli interni e sugli splendidi giardini .

Arredato nello stile del re Luigi XIII , le sale e le camere scintillano come gioielli dorati .

Ci sono una serie di interessanti villaggi a nord di Cormatin , molti dei quali adornati con chiese romaniche : Chapaize è il più insolito , Ougy e Saint- Hippolyte sono altrettanto meritevoli di una visita .

Commenti

  1. Tina

    Grazie, notizie molto interessanti, utili per preparare il viaggio in Borgogna

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *