Torino

Capoluogo del Piemonte Torino racconta tutt’oggi il suo passato di Capitale d’Italia, coniugato in maniera affascinante con la modernità e l’innovazione tipiche del lavori che hanno preceduto le Olimpiadi del 2006, che si sono svolte proprio nella cittadina piemontese, favorendone la rivalutazione.

Torino ammalia i turisti, provenienti da ogni parte del mondo, grazie alla sua personalità elegante e retrò, condita da un pizzico di mistero, e all’architettura maestosa e imponente.

Il rinomato simbolo di Torino è la meravigliosa Mole Antonelliana, che prende il nome dal suo progettista, Alessandro Antonelli, e inizialmente progettata come sede di un tempio israelitico. I lavori della Mole sono cominciati nel 1863 e sono terminati solo nel 1889 a causa dei numerosi dibattiti che ne accompagnarono la costruzione; nel 1904  fu poi colpita da un uragano che distrusse la statua, in seguito sostituita da una stella; nel 1953 un temporale deteriorò oltre 40 metri di cuspide, poi rimpiazzata da una struttura metallica rivestita in pietra. Un innovativo ascensore panoramico vi condurrà fino alla guglia della Mole, che si trova ad un’altezza di 163,35 metri, e vi ermetterà di godere del meraviglioso panorama di Torino. All’interno della Mole Antonelliana, invece, un inedito percorso museale, pensato appunto dal Museo Nazionale del Cinema, vi condurrà alla scoperta della storia del cinema.

Fin dall’epoca romana, la vita della città piemontese si svolge nella rinomata Piazza Castello, per tre lati circondata da portici, costruiti in differenti stili artistici. Al centro della Piazza, l’imponente Palazzo Madama, il castello da cui deriva il nome alla piazza. E’ a partire da Piazza Castello che si articolano le quattro grandi strade di Torino, tra le più linghe d’Europa: Via Roma, Via Pietro Micca, Via Po e Via Garibaldi.

L’ affascinante Palazzo Madama è oggi sede del Museo di Arte Antica, un contenitore artistico davvero interessante. Le collezioni sono organizzate seguendo due differenti percorsi: uno racconta la storia del palazzo e dei suoi ambienti;  l’altro esplica il senso e il valore dei capolavori esposti. Le collezioni artistiche, risalenti a diversi periodi storici, sono esposte su ben quattro piani: nell’interratoè possibile visitare il Lapidario Medievale; il piano terra custodisce le opere d’arte che dal Medioevo giungono fino al Rinascimento; nella Torre Tesori è possibile ammirare il Ritratto d’Uomo di Antonello da Messina; nel primo piano si trovano i capolavori dell’arte del Seicento e del Settecento; al secondo piano sono esposte le arti decorative di tutte le età.

Impossibile non visitare anche il rinomato Duomo di Torino, dedicato a San Giovanni Battista, il Santo Patrono della città. Costruito nel 1500, è l’unico esemplare rinascimentale della città.

Ammaliante anche il Castello del Valentino, noto per il suo edificio a forma di ferro di cavallo con quattro torri. il castello, inoltre, è circondato dall’omonimo parco, particolarmente amato dai torinesi.

 

Come raggiungere Torino:

In treno: le principali stazioni ferroviarie torinesi sono: Porta Nuova (da/per Roma, Milano, Genova, Firenze, Bologna, Venezia, Francia); Porta Susa (da/per Roma, Milano, Firenze, Bologna, Venezia, Spagna e TGV da/per la Francia); Lingotto (stazione intermedia da/per Roma, Genova, Firenze); Stazione Dora (da/per l’Aeroporto Internazionale di Torino “Sandro Pertini”, ogni 30 minuti).

In aereo: atterrare alla Stazione Ferroviaria “Sandro Pertini” di Torino e da qui prendere il treno per la Stazione Dora.

In auto: le principali vie d’accesso alla città sono: A21 Torino-Piacenza; A4 Torino-Milano; A6 Torino-Savona; A32 Torino-Frejus; A5 Torino-Ivrea.

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *