Santa Caterina

Vicina a Gallipoli ma sicuramente meno affollata, Santa Caterina è una delle località marittime più belle e apprezzate del Salento. Si trova esattamente dalla parte della costa ionica, tra Porto Cesareo e Gallipoli e fa parte del bellissimo Parco Naturale di Porto Selvaggio, paradiso in cui s’incontrano macchia mediterranea e mare incontaminato.

È una frazione del comune di Nardò e dista soli 10 minuti da Gallipoli, che è fulcro del divertimento estivo di giovani e meno giovani. Il centro storico è molto bello da visitare e il lungomare è molto romantico.

Sulla piazza principale del paese, poi, sorgono molti locali, gelaterie, pub, ristoranti, dove mangiare, bere, rilassarsi, godendosi una splendida vista mare e il fresco della brezza. Inoltre, la sua posizione è estremamente strategica non solo per la vicinanza a Gallipoli, ma anche perché, come detto, dista davvero poco da Porto Selvaggio e da altri posti stupendi come Baia di Uluzzo e la Torre Uluzzo. Ma lungo la strada si incontrano anche altri posti divini dove fare un bel bagno può diventare un’esperienza multisensoriale: Serra Cicora, Torre Inserraglio, Sant’Isidoro e, infine, Porto Cesareo.

Scendendo invece verso Sud si trovano Santa Maria al Bagno, che è attaccata a Santa Caterina, Lido Conchiglie e Rivabella, che sono già località del comune di Gallipoli.

Ma Santa Caterina è famosa soprattutto per le sue bellissime ville, quasi tutte storiche. Se ne contano tantissime e quando si guardano si prova un piccolo senso di invidia per la fortuna dei possessori che hanno il privilegio di vivere in questo posto bellissimo.

Alcune sono immerse in vere e proprie pinete o tra ulivi secolari e questo le rende ancora più belle. Molte sono in stile moresco, ma tante sono anche quelle in stile barocco e liberty. Per quel che concerne, invece, più strettamente i monumenti di Santa Caterina, segnaliamo la Torre dell’Alto e Torre Santa Caterina.

Le torri sono un elemento tipico di tutta la costa salentina, perché servivano a proteggere il territorio da attacchi nemici provenienti dal mare. Altro posto da non perdere è lo sperone di Punta della Dannata, ossia il dirupo su cui sorge la Torre dell’Alto. Qui vicino c’è anche una bella masseria che prende il nome dalla torre e che risale al 1100. prima di essere una masseria si suppone fosse un monastero italo-greco.

Santa Caterina è, quindi, un posto ideale in cui passare le vacanze in Salento: posizione strategica e poco caos la rendono perfetta, il tutto unito a un mare da favola e a tante cose da vedere.

 

Ecco a voi un video su Santa Caterina (e Porto Selvaggio)…

Come raggiungere Santa Caterina

In auto:

* Percorrere l’autostrada fino a Bari e proseguire lungo la superstrada SS16, SS379, SS613, raggiungendo Lecce.
* Attraversato il centro urbano del capoluogo imboccare la via Lequile/SS101 e proseguire per 25,3 km, fino all’uscita per Galatone verso Santa Maria al Bagno.
* Svoltare a sinistra in SP90 e prendere l’uscita per SP17, poi in SP112, in SP129 e in ultimo in via Cesare Cantù che porta fino alla località di destinazione.

In treno:

* Raggiungere la stazione di Lecce, e da qui ricorrere ad un collegamento locale (bus o treno) per giungere a destinazione.

In aereo:

* Fare tappa a Brindisi, aeroporto di Brindisi Casale, e da qui usufruire del servizio navetta fino al terminal di Lecce. Dal capoluogo, spostarsi attreverso il collegamento locale (bus o treno).

 

 

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *