Perugia, tra arte, storia, natura e cioccolato

Chi ama le città d’arte non può certo rinunciare a visitare Perugia, una città ricca di storia e di arte, importante polo culturale della regione Umbra. Conosciuta dai golosi per essere la terra madre del cioccolato e nota agli studenti per le sue università, Perugia rappresenta una meta perfetta in qualsiasi periodo dell’anno lo è ancora di più durante il periodo natalizio visto che fa parte di una delle regioni più folkloristiche e tradizionaliste d’Italia. Proprio in questo periodo a Perugia si può respirare l’aria natalizia nei borghi e nelle piazze dove vengono allestiti i concerti e le cantate tipiche di Natale.

Ma vediamo cosa offre questa città indipendentemente dal periodo. Passeggiare tra i borghi di Perugia è un’esperieza bellissima perchè da la possibilità di ammirare testimonianze storiche uniche.

Ad esempio la Fontana Maggiore, costruita tra il 1275 e il 1278, che sorge al centro di  Piazza IV Novembre. Rappresenta il simbolo della Perugia medievale.

La Cattedrale di San Lorenzo la cui costruzione è iniziata a metà del 1300.

La galleria nazionale dell’Umbria che ospita opere che vanno dal XIII al XIX secolo.

La fortezza Rocca Paolina, l’Oratorio di San Bernardino.

E ancora il Pozzo Etrusco che testimonia le competenze tecniche e le capacità che i perugini avevano già 300 anni p.c.

Ma Perugia è anche altro. Acropoli, torri, castelli e altri tesori nascosti possono essere facilmente raggiunti grazie al recupero di sentieri antichi che danno la possibilità non solo di scoprire le testimonianze storiche secondo un criterio storico artistico architettonico ben preciso ma anche di godere di un contesto ambientale davvero unico. Insomma sia il viaggio che l’arrivo valgono la pena di percorrere questa strada. Vediamo gli itinerari che attraversano boschi fitti e radure panoramiche e regalano panorami mozzafiato.

L’anello di Monte Pacciano è un itinerario che passa attraverso fitti boschi fino alla cresta di Monte Pacciano; l’anello di Monte Malbe; le tre croci di Monte Tezio; intorno a Castel Procoio; Monte Acuto; Monte Corona; salita a Castiglione Ugolino; Montelabate ed i suoi castelli; la tomba etrusca del Faggeto.

E la notte? la notte perugina tiene conto della forte presenza giovanile dovuta all’università e quindi offre locali perfetti anche per i turisti.

Domus delirii è il locale in cui studenti italiani e stranieri si danno appuntamento per partecipare a feste. L’Etoile 54, è una delle discoteche più rinomate dell’Italia centrale. Per i tete a tete degli innamorati c’è una vastissima scelta di ristoranti.

Per chi ama le vacanze enogastronomiche Pergugia garantisce una tradizione gastronomica semplice, genuina e di alta qualità. Tra i piatti tipici troviamo la “faraona alla leccarda”, la “torta al testo” la parmigiana di gobbi: un piatto a base di cardi, mozzarella, sugo di carne e parmigiano, il tegamaccio (una zuppa di pesce aromatizzata), le pinoccate, a base di pinoli, e il torcolo, una ciambella con uvetta e canditi. Consiglio da golosa: potete visitare la “casa del cioccolato” e vivere un’esperienza, che seppur  ben lontana da quella di Willy Wonka nella celebre fabbrica di cioccolato, resterà nel cuore (e nel palato).

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *