Montagna: i 5 posti da non perdere

Cervinia

Siamo il Paese di santi, poeti e navigatori, ma, nonostante questo, il fascino della montagna ad alta quota, nella nostra bella Italia, pur se circondata per ¾ dal mare, è indubbio, specie in inverno, quando le vette innevate rendono magici quei paesaggi. La montagna è un luogo coinvolgente, che racchiude in sé l’immagine intima del silenzio, della natura e della potenza, ma che, nello stesso tempo, riesce ad incarnare il sogno e la voglia di quiete di molti cittadini, in fuga, anche solo per un week end, dallo stress e dal traffico quotidiano. La passione per l’altitudine attira gli amanti della natura rigogliosa e di luoghi particolari, ma anche chi ama rinvigorire il proprio fisico con un sano trekking, una bella sciata, o persino con una semplice slitta sulla neve…

Passione ed ammirazione, un connubio degno di grande rispetto. Ed è proprio questa l’unica regola che la montagna impone: non sottovalutiamone mai i rischi e i pericoli, da affrontare solo con il giusto allenamento e la corretta preparazione. Anche senza spingerci agli estremi, vediamo 5 suggerimenti per altrettante affascinanti località montane, per alpinisti provetti e semplici appassionati. Non vuole essere una graduatoria, ma un modo per segnalare alcuni dei “cucuzzoli” più suggestivi, meglio attrezzati e significativi delle nostre montagne.

Cervinia

Meta di sciatori ed appassionati tutto l’anno, in questa splendida località valdostana si concentra il maggior flusso turistico dell’area del Monte Cervino. Distante 50 km dal capoluogo, Cervinia è una perla fra le più note della piccola regione, appartenente al Comune di Valtournenche, rinomata stazione turistica delle Alpi. Si trova a 2.050 metri s.l.m. e, ai francofoni, è nota anche come Breuil. Le piste da sci intorno a Cervinia sono 15, e creano il comprensorio del Matterhorn Ski Paradise, dal nome tedesco del Cervino, di oltre 250 km. Da qui è possibile raggiungere, sciando, la località svizzera di Zermatt, ulteriore motivo di attrazione, tanto che su qualche tracciato è necessario uno skipass internazionale. Il punto più alto di Cervinia è il Plateau Rosà, con i suoi 3.550 metri, da cui partono alcune tra le piste più alte d’Europa. Fra le sue bellezze, il Lago Bleu, piccolo specchio d’acqua in cui si riflette l’immagine mozzafiato del Cervino.

Madonna di Campiglio

Madonna di Campiglio

Impossibile non pensare al Trentino parlando di montagna: nella miriade di località da scegliere in questa regione, estremamente ospitale, culla della regina fra le catene montuose, le Dolomiti, abbiamo scelto la perla del Brenta, tanto amata persino dalla Principessa Sissi. Incastonata nel cuore della Val Rendena, a 1.550 metri, tra le cime dolomitiche e i ghiacciai dell’Adamello e della Presanella, Madonna di Campiglio, pur essendo un piccola comunità di soli 800 residenti circa, è fra le più famose di tutto il Trentino. Grazie a suoi 60 km di piste, arricchiti dai 20 impianti di risalita, si pone al centro dei poli sciistici più rinomati in Italia, ed è qui, sulla pista “3-Tre”, che si disputano alcune gare di slalom speciale della Coppa del Mondo di sci alpino. Frequentatissima anche d’estate, risulta perfetta per gli amanti del trekking e della mountain bike, circondata da ben cinque laghi di origine glaciale e con l’adiacente Parco Naturale Adamello Brenta, che offre ben 450 km di sentieri.

Ponte di Legno

PONTE DI LEGNO
Foto di Gregorini Demetrio – Own work, CC BY-SA 3.0 – Link alla foto: clicca qui

Trasferiamoci in Lombardia, e precisamente a Ponte di Legno, in provincia di Brescia, il comune più a Nord della Val Camonica, già meta di turismo dell’alta borghesia durante i primi anni del secolo scorso. Con i suoi 1.258 metri s.l.m. e i 18 itinerari per gli escursionisti, è ideale per ogni appassionato di montagna, specie per chi ama camminare, visti i differenti gradi sia di lunghezza che di difficoltà dei suoi percorsi. Forse il più straordinario, faticoso, certo, ma del tutto meritevole per le bellezze paesaggistiche e storiche, è quello del Passo del Tonale, che arriva sino ad un luogo quasi incantato, sempre pieno di neve anche in estate, il Ghiacciaio Presena.  Per gli amanti della pedalata, poi, imperdibile la limitrofa pista ciclabile dell’Alta Val Camonica, che collega la località a Vezza d’Oglio, passando per deliziosi e pittoreschi paesini montani. E’ considerata una delle più importanti stazioni sciistiche della Regione, con i suoi 100 km di piste ad innevamento artificiale, e con 30 impianti di risalita.

Limone Piemonte

Limone Piemonte panorama
Foto di Andrea Levico – Own work, CC BY-SA 3.0 – Link alla foto: clicca qui

Fra montagna e mare, a pochi km dalla Costa Azzurra ma, al tempo stesso, adagiata sulle Alpi Marittime, Limone è una delle mete piemontesi di vacanza in montagna più rinomate, sia in estate che in inverno. Con la sua offerta ricettiva di primo livello, gli 80 chilometri di percorsi sciistici, i 17 impianti di risalita e ben 2 kinder park, ha davvero tutte le carte in regola per accontentare l’intera a famiglia. Come se non bastasse, da qui parte un’attrazione davvero unica, che rende la vacanza a Limone Piemonte particolarmente magica: stiamo parlando del Treno delle Meraviglie, un convoglio che collega la località a Cuneo, che è il suo capoluogo, e alla ligure città di frontiera Ventimiglia, attraverso pendenze spettacolari, con panorami mozzafiato e scorci suggestivi. Per il clima, poi, particolarmente mite per la vicinanza del mare, è apprezzata molto dai turisti di ogni età che, visitandola, si trovano in un ottimo punto di collegamento con il Colle di Tenda, fra la Riviera Ligure di Ponente, la francesissima Costa Azzurra ed il nostro caro Piemonte. 

Abetone

Abetone
Foto di Fluctuat – Own work, CC BY-SA 3.0 – Link alla foto: clicca qui

Ma la montagna non è prerogativa solo del Nord d’Italia: vi segnaliamo, infatti, una splendida meta turistica molto rinomata nel Centro penisola, a quasi 1.400 mt s.l.m., frequentata dai fiorentini, e non solo, con i suoi 50 km di piste. Stiamo parlando dell’Abetone, comunemente così noto, nella provincia di Pistoia, lungo l’appennino Tosco-Emilano, frazione di Abetone Cutigliano dal 1/1/2017, sino a quella data comune a sé. Da non perdere il celebre Ponte Sospeso, lungo ben 220 metri, che si trova a Mammiano Basso, e che serviva da scorciatoia per chi attraversava la vallata. Oggi è meta turistica per lo straordinario panorama che si può ammirare da quello che è niente di meno che il ponte pedonale più lungo al mondo. Da visitare, nei dintorni, l’Orto Botanico Forestale, dove è possibile ammirare tante specie animali, un’attrattiva unica per grandi e piccini. Imperdibile, infine, almeno un tratto della Via Francigena, il percorso che collegava Roma a Santiago de Compostela, e che passa nei dintorni dell’Abetone, per quasi 3 km di cammino.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *