Clauiano il borgo fatto di sasso

Clauiano

Nella ridente Friuli Venezia Giulia,  in provincia di Udine c’è una piccola frazione di Trivignano Udinese che si chiama Clauiano.

Clauiano è un borgo, costruito in pietre e sassi, che mantiene ancora oggi il suo spirito medievale sia nella forma che nella sostanza.

La storia di questo borgo non racconta eventi citati sui testi ma è comunque una storia antica, fatta di fatti quotidiani, di vicissitudini che ancora sono attuali e che ancora restano tra i portali e le pietre. Questo luogo rappresenta la meta ideale per chi cerca una vacanza all’insegna della quiete e del relax. Per chi vuol riscoprire o scoprire quei luoghi dove il tempo pare essersi fermato, quei luoghi nei quali è facile guardarsi dentro.

 

Clauiano

Passeggiando per Clauiano si incontrano le costruzioni risalenti ai secoli XVII e XVIII. E’ meraviglioso ammirare le case tipiche friulane con i portali in pietra e la corte interna. La casa più antica del borgo è Casa Gardellini, risalente al XV secolo, poi c’è il complesso padronale di Villa Ariis con caratteristiche tipiche del XVIII secolo, casa Palladino composta da una serie di edifici che si affacciano su una corte tipica friulana, e ancora, casa Bellotto risalente al 1791, bellissimo il complesso Bosco, Casa Foffani risalente all’Ottocento, Villa Manin del Settecento e tante altre ancora, tutte conservate perfettamente.

 

Per quanto riguarda i luoghi di culto, a Clauiano si possono visitare le due Chiese, quella di S. Marco, risalente al Trecento, e quella S. Giorgio che custodisce il fonte battesimale del 500.

Come ogni borgo che si rispetti anche Caiano ha i suoi piatti tipici, il miele in primis, e poi farro, farine integrali e poi i piatti e i prodotti tipici friulani il frico (tortino di formaggi, morbido o croccante)Montasio, ricotta affumicata il “formadi frant” e l’Asìno, e poi i vini, ottimi.

Anche per quanto riguarda la gastronomia quindi Caiano merita di essere visitato, e per questo, rappresenta una bella tappa per un tour enogastronomico d’eccellenza.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *