Castellaro Lagusello: il meraviglioso suono del silenzio

Castellaro Lagusello

Quante volte abbiamo pensato: vorrei partire e dimenticare, vorrei staccare la spina ed andare lontano. Non serve andare lontano, la Lombardia non è lontana e qui, in Lombardia non distante dal traffico e dal caos delle città, c’è un luogo magico che riesce chissà come a far dimenticare i pensieri e le preoccupazioni, riesce a curare ansie e paure, riesce a rigenerare corpo e spirito.

Il posto si chiama Castellaro Lagusello e si tratta di un borgo medievale risalente al XI secolo protetto dalle sue mura, al quale si accede attraverso una porta, che si affaccia su un meraviglioso lago a forma di cuore immerso in una collina che pare sospesa tra sogno e realtà. Il borgo è perfettamente conservato: pavimentazione in pietre di fiume, le mura antiche, i sassi delle case, tutto è intatto e perfettamente curato. Passeggiare tra i vicoletti del borgo è di per sé terapeutico, attraversando i vicoli si arriva alla piazzetta del paese è l’affaccio di villa Arrighi risalente all’Ottocento. Nella villa c’è la Chiesetta di San Giuseppe che custodisce dipinti del Seicento. Dalla Chiesetta, scendendo una scalinata, si arriva al laghetto.

Qui, oltre che godere di un paesaggio davvero eccezionale, di un silenzio innaturale in netto contrasto con le città vicine si può visitare il Castello risalente al 1100 /1200, la parrocchia di Castellaro Lagusello risalente ameno al 1145. Nella Chiesa di Castellaro, del 1700, si possono vedere la Madonna in legno risalente al 1400, una Via Crucis e tele del 1600 e 1700. La Chiesa è dedicata a S. Nicola ed è realizzata in stile barocco.

Castellaro Lagusello si presta perfettamente come rete sentieristica e cicloturistica, quindi, se decidete di partire, portatevi scarpe comode e una bicicletta.

Ovviamente come ogni borgo che si rispetti c’è un prodotto locale che attira l’attenzione come un’opera d’arte. Qui a Castellaro Lagusello si può assaporare il vino: Tocai e Merlot. E accompagnarlo con un salame artigianale eccezionale.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *